Fashion Fashion over 40

REMISE EN FORME – FEBBRAIO

Qualche giorno fa pervasa dalla voglia irrefrenabile di fare un po’ di shopping ho fatto tappa dalle amiche della boutique MY STYLE  che adoro, e appena entrata mi sono innamorata a prima vista di un tubino molto “Audreyesco” di Livio Volpi.
Uscita dal camerino senza rendermene conto avevo indossato una taglia impensabile fino a 3 mesi fa lasciando a bocca aperta Sabrina la commessa (e amica qui potrebbe non far testo perché mi vede spesso) e una cliente amica di mia madre che non mi vedeva da Natale, entrata per acquistare un piumino.
Ieri vado al controllo con il nutrizionista… 5 cm in meno di vita!
E la cosa che mi ha fatto più piacere è che Gianluca e la sua assistente prima ancora di farmi salire sulla bilancia avevano già notato la differenza.

Sono sincera, non sono ossessionata dal peso, non sono davvero di quelle che saltano i pasti per una taglia 40, sono nata mediterranea e non voglio perdere le mie forme, ma ho del peso da perdere per questioni di salute ed è giusto regolarsi.
Prima dell’estate mi sono rivolta a un nutrizionista (qui), un amico d’infanzia e ho iniziato un programma di educazione alimentare.
A chi mi chiede se sono a dieta, posso rispondere senza dubbio NO!
Non sono a dieta, mangio di tutto seguendo uno schema specifico, quello della piramide alimentare, nulla di più.
Per il tipo di vita che faccio sarebbe impensabile per me mettermi a dieta nel senso stretto del termine, sono spesso fuori, e se esco per lavoro o per piacere è tristissimo cibarsi di acqua e insalata scondita, quindi la dieta è out.
Però ahimè i Kg di troppo fanno un po’ a pugni con lo stile parigino e con il genere di moda chic che piace a me

Palestra?
Più out ancora della dieta!!! Per dirla alla Bastianich… “Vuoi che muoro?”
Ok un po’ di movimento… walking mattuitino con le amiche (e immancabile caffè dalla Cri (qui) post walking), yoga, pilates, un po’ di nuoto rilassante… ma io e lo sport hard siamo nemici giurati!

La mia fortuna è che non amo i dolci quindi già non mi è difficile regolarmi, non amo gli alcolici se non in rari casi, non amo nulla che sia zuccherato o dolciastro (il che include anche la frutta e lo zucchero nel caffè o bevande) e cucinando con un  “bimby”  posso salare poco e a volte anche nulla alcuni alimenti se cotti a vapore.
Ma a parte questo non mi nego assolutamente un apericena, una cena, un pranzo, un brunch o il croissant al bar, e non penso assolutamente durante le uscite mondane al cibo, penso solo a rilassarmi e godermi la serata.
I risultati? Io ne sono più che entusiasta, e quest’estate sono certa che avrò raggiunto senza fatica il mio peso forma.

Ogni tanto riguardo una fotografia che tempo fa mi fece un fotografo del Corriere della sera (la foto scattata da Duilio Piaggesi la trovate sulla mia pagina Facebook), come sono cambiata… eppure quella foto mi piaceva e mi piace ancora, lui ha fatto miracoli… ma sinceramente… potremmo fare di meglio!

La mia #remiseenforme prosegue senza sosta!

A few days ago pervaded by the uncontrollable desire to do some ‘shopping, I stopped by her friends of MY STYLE boutique which I love, and just walked in I fell in love at first sight of a sheath dress very “Audreyesco” Livio Volpi.
Out of the dressing room without realizing it I wore a size unthinkable three months ago, leaving gaping Sabrina the job (and friend here could not do because I often see text) and a client friend of my mother who had not seen me for Christmas, entry to buy a down jacket.
Yesterday I go to check with the nutritionist … 5 cm in less than life!
And the thing that made me the most pleasure is that Gianluca and his assistant even before me stepping on the scale had already noticed the difference.

I’m honest, I’m not obsessed with weight, they are not really the ones who skip meals for a size 40, I was born Mediterranean and do not want to lose my forms, but I have to lose weight for health reasons and rightly set.
Before the summer I turned to a nutritionist (here), a childhood friend and I started a nutrition education program.
To those who ask me if I’m on a diet, I can answer definitely NO!
I’m not on a diet, I eat by following a specific pattern, that of the food pyramid, nothing more.
For the kind of life I would be unthinkable are often out, and if I go out for business or pleasure is sad to feed on water and salad unseasoned, so the diet is out for me going on a diet in the strict sense of the term.
But alas Kg too get a little ‘punch with the Parisian style with the chic fashion genre that appeals to me

Gym?
Even more out of the diet !!! To put it Bastianich … “Would you that I die?”
Ok a bit ‘motion … walking mattuitino with her friends (and inevitable coffee from Cri (here) after walking), yoga, pilates, a bit’ of relaxing swim … but I and the sport hard we are sworn enemies!

My luck is that I do not love sweets so now I can easily have it set, I do not like alcohol except in rare cases, I do not like anything that is sugary or sweet (which also includes fruit and sugar in coffee or drinks) and cooking with a “Thermomix” I can just add salt and sometimes nothing certain foods if steamed.
But other than that absolutely not a apericena deny me, a dinner, a lunch, brunch or croissant at the bar, and not absolutely think during mundane outputs to food, just to relax and enjoy the evening.
The results? I I am more than excited, and this summer I’m sure I will have reached my weight effortlessly.

My #remiseenforme continues unabated!

 

No Comments Found