PERCHE’ 50 E’ SOLO UN NUMERO

2016-05-18 16.12.37

Non voglio aggiungere nulla di mio al bellissimo resoconto fatto dalla redazione di Vediamoci chiara sull’evento #50sfumaturedidonna cui sono stata ben felice di partecipare. Io non sono coinvolta in questo particolare processo, tappa fondamentale della vita di ogni donna, ma prima o poi arriverò a questo importante traguardo ed importantissimo arrivarci al meglio e nella piena consapevolezza che come ogni tappa non è un arrivo, ma uno start, perchè 50 è solo un numero!

“Amare se stessi, non è essere egoisti”

Perimenopausa: oltre 5 milioni di italiane soffrono di disturbi, ma 8 donne su 10 non ne parlano con il medico e non conoscono le possibili soluzioni e i possibili trattamenti per superarli.
Di prevenzione di questi disturbi e di come affrontarli si è parlato durante
l’evento “50 Sfumature di Donna”  svoltosi a Milano il 22 maggio.

Si è svolto in un clima di festa e con uno straordinario coinvolgimento da parte del pubblico l’evento gratuito “50 Sfumature di donna” dedicato alle donne attorno ai 50 anni, promosso dal blog VediamociChiara che avuto luogo il 22 maggio al The Westin Palace di Milano.
Durante l’evento le partecipanti hanno avuto la possibilità di assistere e intervenire a una vivissima tavola rotonda concentrata sul tema della prevenzione in perimenopausa, moderata dalla giornalista del Corriere
della Sera Margherita de Bac, con gli specialisti prof.

Antonio Lanzone (ginecologo), dott.ssa Patrizia Pezzella (psicoterapeuta), dott.ssa Sabrina Nervi (ginecologa), prof.ssa Rossella Nappi (ginecologa), dott.ssa Maria Gabriella Caruso (nutrizionista) e prof. Stefano Veraldi (dermatologo).

Sono poi seguiti incontri semi-privati tra le partecipanti e i medici per approfondire le tematiche dibattute e porre domande più specifiche.
Durante il dibattito sono emersi dati interessanti: oltre 5 milioni le donne italiane soffrono di disturbi legati alla perimenopausa prima e alla menopausa poi, ma 8 donne su 10 non riescono a parlare spontaneamente di questi disturbi con il proprio medico e pensano che
sia una sorta di “percorso obbligato” per il quale non esistono
soluzioni.
I disturbi possono spesso interferire con il lavoro e con le attività giornaliere, e sebbene la perimenopausa non sia una malattia, diventa spesso un ostacolo alla vita familiare e alle relazioni sociali. In questa fase della vita il corpo femminile vive un riassetto degli ormoni
in circolo dando luogo alla maggior parte dei sintomi che in maniera più o meno marcata accompagnano ogni donna nella perimenopausa e nella menopausa vera e propria.

Le vampate di calore rappresentano il disturbo più classico: colpiscono circa l’80% delle donne, perdurano in media per un paio d’anni, ma nel 25% dei casi possono persistere per più di 5 anni.  A volte, insieme alle vampate, possono comparire delle palpitazioni, legate a un aumento temporaneo della frequenza dei battiti cardiaci.

La perimenopausa può provocare sbalzi d’umore e in alcuni casi può scatenare veri e propri episodi di depressione.

Un altro sintomo è l’aumento di peso: con la perimenopausa una donna su due può andare incontro a un aumento di peso di circa 600 grammi all’anno, il che
equivale ad accumulare adipe sul girovita. 

Durante la tavola rotonda, gli esperti, rispondendo anche alle numerose domande delle partecipanti,  hanno dato alcuni consigli su come gestire al meglio questi disturbi: una sana alimentazione e l’esercizio fisico
moderato e costante (20 minuti al giorno) sono indispensabili per prevenirli e fronteggiarli.

Quando il ginecologo lo ritiene opportuno, esistono trattamenti adeguati che permettono alle donne di godere a pieno di questa fase della vita e di ridurre al minimo i disturbi.

I trattamenti a disposizione delle donne in perimenopausa o menopausa sono diversi: dalla terapia ormonale sostitutiva da effettuarsi, sempre e
solo, sotto stretto controllo medico, ai più moderni nutraceutici a base di fitoestrogeni (come la soia fermentata con equolo).
Molta attenzione è stata data anche alla pelle, soprattutto del viso, alla corretta esposizione al sole e a come scegliere la crema più adatta alla propria pelle.
Le “ragazze” che hanno partecipato alla giornata, oltre ad assistere al dibattito, hanno potuto svolgere diverse attività: hanno assistito a una lezione di fitness da poltrona assieme al trainer Alessandro Froelich della palestra HardCandy, e scoperto una ginnastica che può essere davvero divertente; hanno fissato i propri obiettivi con la coach
dott.ssa Alessandra Bitelli, scoprendo che molti dei limiti che ci poniamo, siamo noi stesse a crearli; hanno partecipato a una lezione di aromacologia con la dott.ssa Chiara Maschio e scoperto, ad esempio, che il profumo va messo sulle caviglie; hanno assistito alla presentazione di uno studio sulla lingerie più corretta da indossare realizzata da Triumph e preso le misure per imparare a scegliere taglia e tipologia di reggiseno più adatta ad ognuna; hanno potuto godere di sedute di ossigeno terapia realizzate in collaborazione con Dermon e hanno partecipato a una bellissima gara di solidarietà per regalare a Milano
le prime tre “Valigie di Salvataggio – per non tornare indietro”, un’iniziativa a sostegno delle donne vittime di stalking e/o della violenza del partner, dell’Associazione Salvamamme Onlus. 

L’evento si è chiuso con un acuto e divertentissimo intervento di Lella Costa.

VediamociChiara è un blog che ha come obiettivo prioritario la diffusione di informazioni corrette, semplici, chiare e opportunamente verificate dal punto di vista medico-scientifico, relative al benessere e alla salute della donna.

La redazione del blog, composta da donne da 21 a 85 anni,  ricerca argomenti e scrive articoli su temi caldi per tutte coloro che cercano risposte, confronto e condivisione con le altre utenti e con gli esperti della salute.

Il blog è visitato da circa 270.000 utenti al mese.

DSC04090+

facebook-profile-picture

Silvia Ramilli

Fashion, food and Lifestyle Blogger

No Comments Yet

Comments are closed